Home Cronaca Cronaca Genova

L’ultimo saluto al giornalista Camillo Arcuri

0
CONDIVIDI
L’ultimo saluto al giornalista Camillo Arcuri
Camillo Arcuri

Presso la chiesa di Nostra Signora del Rosario, in Albaro

Il giornalista e scrittore Camillo Arcuri, 92 anni, era mancato qualche giorno fa, il 22 agosto 2022.

Questa mattina, alle 11,45, presso la chiesa di Nostra Signora del Rosario, in Albaro, si sono tenuti i funerali ai quali hanno partecipato i famigliari, gli amici e tanti ex colleghi.

L’ultimo saluto al giornalista Camillo Arcuri
Il funerale di Camillo Arcuri (foto Asef)

Presenti oltre all’ex presidente del Porto Giovanni Novi, il prof. Franco Henriquet della Gigi Ghirotti e l’avvocato Dario Rossi, anche i giornalisti Franco Manzitti, ex caporedattore de “la Repubblica”; Aldo Repetto, ex caporedattore di “Ansa Liguria”; Renzo Cerboncini, ex cronista de “la Repubblica” e “Rai2; Domenico Ravenna, ex corrispondente dalla Liguria de “Il Sole 24 Ore”; Anna Pisani de “Il Secolo XIX”; il sindacalista Marcello Zinola; Ivo Carezzano, ex vice direttore de “Il Messaggero”.

Sul feretro sono state poste rose rosse e blu.

Al termine della celebrazione il feretro è stato trasferito da A.Se.F. del Comune di Genova al cimitero di Staglieno, per la cremazione.

L’Ordine dei Giornalisti si è unito al dolore dei famigliari ricordandolo cosi: “Nato a Genova il 13 luglio 1930 si era affermato come giornalista e scrittore di qualità, rigoroso e impegnato, dotato di solida cultura, molto stimato dai colleghi che ne apprezzavano il tratto umano e la sensibilità. È stato autore di inchieste coraggiose e di una serie di saggi di successo. Inviato speciale per Il Giorno e successivamente del Corriere della Sera, caporedattore al Secolo XIX (dove era stato capocronista), vice direttore dell’Europeo, aveva collaborato anche con L’Espresso. Negli ultimi anni si è interessato al caso del Golpe Borghese e allo sterminio della famiglia Einstein”.

Ha scritto tra l’altro La trasparenza invisibile, (1989), Colpo di Stato. Storia vera di una inchiesta censurata, (2004), Sragione di Stato (2006), L’altro fronte del porto (2009), Il sangue degli Einstein italiani (2015), Il trapianto negato-Quando il Palazzo entra in sala operatoria. Con effetti nefasti (2017), Giulio Regeni. Ricatto di Stato (2020).