ARCHIVIO

Liguria, centinaia di immigrati (e soldi) in più per le cooperative

[caption id="attachment_66777" align="alignleft" width="360"] Immigrati in fila per essere ospitati in un centro in Liguria: a Genova in arrivo 500 in più, a Savona 150[/caption]

GENOVA. 11 MAR. A Genova sono in arrivo 500 richiedenti asilo in più, rispetto a quanto preventivato nelle scorse settimane. A Savona il numero è aumentato di 150 unità. Si tratta prevalentemente di maschi di giovane età. Nel capoluogo del ponente ligure, la prefettura ieri ha chiuso il bando per i nuovi ospiti stranieri, che da aprile dovranno soggiornare nelle apposite strutture del territorio.

L'aumento del numero di immigrati da assistere, significa anche più lavoro e soldi per associazioni e cooperative di volontariato. Ancora non si conoscono i nomi di chi ha vinto l’affidamento del servizio di accoglienza ai richiedenti asilo, che dovrebbero essere resi noti nei prossimi giorni.

Secondo le statistiche fornite in Regione, solo tra il 10 e il 25 per cento dei migranti richiedenti asilo, poi ottiene lo status di rifugiato di guerra. Il fenomeno non accenna a diminuire e, con l'arrivo della bella stagione alle porte, nei prossimi mesi è probabile che in Italia ci saranno nuove ondate di immigrati in arrivo via mare.