ARCHIVIO

Liguria, allarme meningite dall'Africa: profilassi per 120 migranti

GENOVA. 15 OTT. Non solo pericolo scabbia e tubercolosi. Ora, fra i migranti sbarcati in Sicilia e trasferiti a Genova, scatta l'allarme meningite. La patologia è stata riscontrata su una bimba di due anni e ieri sera è stata convocata una riunione straordinaria in Prefettura per coordinare gli interventi sanitari di profilassi.

Complessivamente, risultano circa 120 i migranti che sono entrati in contatto con la bimba malata durante il viaggio dall'Africa in Italia. Alcuni, circa la metà, sono stati smistati alla Foce e in un altro centro del capoluogo ligure. Gli altri a Savona e la Spezia. La piccola era sbarcata quattro giorni fa ad Agusta ed ora si trova ricoverata in isolamento presso una struttura ospedaliera specializzata.

Ieri sera il prefetto di Genova Fiamma Spena ha anche sollecitato le autorità sanitarie a mettere in atto al più presto le azioni necessarie per la profilassi dei migranti. Sono stati subito informati il sindaco di Genova, Marco Doria, l’assessore regionale alla Salute Sonia Viale, i medici del dipartimento universitario di Igiene e gli specialisti delle Asl.

La prima urgenza è quella di circoscrivere rapidamente il pericolo contagio per evitare che altre persone possano contrarre la meningite da meningococco, di probabile origine batterica.