ARCHIVIO

Libico irregolare sul Territorio spaccia eroina: arrestato

GENOVA. 29 LUG. Arresto da parte della polizia di un 22enne libico, irregolare sul Territorio italiano e già respinto l'anno scorso dalla frontiera di Trapani, per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Gli agenti della volante del Commissariato Pré ieri pomeriggio hanno effettuato un pattugliamento antidroga nell’area del centro storico compresa tra Vico Inferiore del Roso e Vico Largo.

Giunti in via Pré, hanno notato un gruppo di quattro persone, tra cui una consumatrice abituale di eroina, e quindi hanno fermato lo straniero che aveva difficoltà ad esprimersi per un rigonfiamento delle guance.

Alla richiesta di verificare che cosa nascondesse in bocca, il giovane immigrato ha reagito sgomitando, scalciando e spintonando ripetutamente i poliziotti, fino a colpirne uno con un violento calcio al ginocchio.

Quando gli agenti sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo, ha sputato a terra ben 13 involucri che contenevano eroina.

A causa del calcio ricevuto, il poliziotto si è recato al pronto soccorso, dove è stato medicato con una prognosi di 14 giorni.