ARCHIVIO

Libertà di stampa e tifosi, tutti solidali con Pinuccio Brenzini

[caption id="attachment_151591" align="alignleft" width="400"] Un'immagine della gradinata Nord durante il derby genovese: il gruppo ligure dei giornalisti sportivi stigmatizza l'attacco dei tifosi al collega Pinuccio Brenzini[/caption]

GENOVA. 22 FEB. Il Gruppo Ligure Giornalisti Sportivi stigmatizza lo striscione apparso ieri allo stadio "Ferraris" nella gradinata Nord nel corso del match tra Genoa e Udinese, e manifesta la piena solidarietà al collega Pinuccio Brenzini, accusato (almeno da una parte della tifoseria rossoblù) di aver rivolto nelle scorse settimane una domanda all'allenatore Gian Piero Gasperini inerente ad un precedente striscione della gradinata, su invito del presidente del Genoa Preziosi.

"Un'accusa del genere rappresenta - dice il consiglio direttivo del gruppo ligure dei giornalisti sportivi - un pericoloso precedente, da cui prendere le distanze in modo netto. Noi restiamo convinti che la libertà di fare domande legittime, come in questo caso, ai protagonisti dello sport vada sempre difesa". Fabrizio Graffione