ARCHIVIO

Lettera aperta del sindacato polizia Siap al sindaco di Genova Bucci

GENOVA. 2 LUG. Il segretario provinciale del sindacato di polizia Siap, Roberto Traverso, oggi ha scritto una lettera aperta al neo sindaco di Genova Marco Bucci in merito ai problemi per la sicurezza della città.

“Dopo la totale assenza dell'ex sindaco Marco Doria sulle politiche per la sicurezza della città - spiega Traverso - visto che l'ex assessora Elena Fiorini è riuscita nell'impresa di far quasi rimpiangere l'ex assessore della giunta Vincenzi, Francesco Scidone, mi auguro che dall'immobilismo non si passi alla demagogia.

Chiediamo al neo sindaco Marco Bucci di ascoltare e dialogare con chi rappresenta i poliziotti genovesi ed i valori democratici della Polizia di Stato, prima di dare ascolto a chi pensa di risolvere i problemi della sicurezza presenti sul territorio genovese con la demagogia. (il SIAP rappresenta da solo più del 20% dei poliziotti genovesi)

La priorità è la riconquista della legalità nel substrato del tessuto sociale della città, arginando il dilagare delle infiltrazioni mafiose che stanno ‘banchettando’ grazie alla manovalanza a costo zero facilmente reperibile nelle fasce sociali disperate perché povere, abbandonate e disperate.

Ci auguriamo che la professionalità dei poliziotti genovesi non venga aggredita per esempio, dalla richiesta spasmodica del DASPO urbano che come abbiamo già più volte ribadito si tratta di uno strumento purtroppo anacronistico ed inadeguato per risolvere i problemi della sicurezza genovese, dove prima di tutto bisogna investire su prevenzione ed attività investigativa.

Infatti a Genova le poche risorse a disposizione della Polizia di Stato (già falcidiate dall'enorme utilizzo in ordine pubblico) non possono e non devono essere utilizzate per dare la caccia alle persone povere oppure a chi imbratta i muri ma per combattere la delinquenza vera”.