ARCHIVIO

Lega, FI e FdI esultano: il vento è cambiato anche in Provincia di Savona

SAVONA. 9 GEN. Elezioni provinciali 2017 in Liguria. Vittoria del centrodestra a Savona che torna al centrodestra. La lista ha ottenuto 5 seggi su 10, mentre il centrosinistra solo 3. La terza lista, quella trasversale presentata dagli amministratori del Levante Savonese, ha ottenuto i due seggi rimanenti.

Dopo le elezioni "indirette" di ieri, la situazione si è ribaltata rispetto a quella che due anni fa portò all'elezione della presidente Monica Giuliano, sindaco Pd di Vado Ligure. Decisivo il cambio avvenuto l'anno scorso a Savona, dove aveva vinto la candidata sindaca di Lega-FI-FdI Ilaria Caprioglio. A Savona, infatti, stavolta 19 voti su 26 sono andati ad esponenti del centrodestra. Considerato che i due eletti nella lista Levante Savonese sono uno rappresentante del centro destra e uno del centrosinistra, il presidente Giuliano si trova in minoranza. Hanno votato 553 amministratori su 795 aventi diritto, con un'affluenza del 69,56%.

«Una soddisfazione davvero grande, un altro tassello che va al posto giusto nel progetto politico della mia coalizione per rilanciare questo territorio, guadagnando forza anche nel livello intermedio che era rimasto "appannaggio" del Partito Democratico - ha commentato oggi l'ex presidente della Provincia ed attuale il capogruppo regionale di FI Angelo Vaccarezza - una sconfitta cocente, quella dei compagni, che si legge nei numeri: il Pd passa da cinque a tre seggi ottenendo il 27,3% dei voti».

Per la lista di centrodestra risultano eletti Luana Isella , Eraldo Ciangherotti , Sergio Colombo, Luigi Bussalai e Maurizio Briano consiglieri nei Comuni di Loano, Albenga, Finale Ligure, Savona e Cairo Montenotte.

«Le percentuali di queste elezioni - ha aggiunto Vaccarezza - sono un chiaro esempio di come il vento che ha già cambiato volto all'Ente Regione e al Comune di Savona soffi forte in un unica direzione: quella dell'amore per il territorio, dell'interesse verso le priorità dei cittadini e della seria e determinata volontà di risolverne i problemi con un progetto vero, concreto scevro da inutili campanilismi. Il mio personale ringraziamento va a tutti gli amministratori dei Comuni della provincia in modo particolare da quelli dell'entroterra, che nonostante le rigide temperature hanno voluto venire a esprimere la loro preferenza, dimostrando ancora una volta la nostra forza, la nostra coesione la nostra grande grande squadra».