ARCHIVIO

LA SQUADRA MOBILE DI GENOVA SGOMINA BANDA DI ALBANESI DEDITA AI FUTI NEGLI APPARTAMENTI

Gli agenti dopo accurate indagini sono venuti alla conclusione che la banda ha operato un centinaio di furti nelle abitazioni.


Il metodo del furto era sempre lo stesso. I ladri sceglievano abitazione al cui interno i proprietari lasciavano inserita la chiave, nella sbagliata convinzione di poter ostacolare l'apertura della porta stessa.

Invece i ladri, dopo aver localizzato tali appartamenti, asportavano la porzione esterna del nottolino e utilizzavano la chiave inserita per l'apertura della porta.

Una volta all'interno i malviventi anestetizzavano gli occupanti e, dopo aver preso la refurtiva, provvedevano anche a rubare l'auto dei derubati, con le chiavi trovate nell'abitazione.