ARCHIVIO

La polizia locale ferma Trussardi alla Scala

[caption id="attachment_180366" align="alignleft" width="300"] La pagina Facebook di Tomaso Trussardi[/caption]

MILANO. 26 NOV. “Questa mattina in Piazza della Scala mi è successo un episodio singolare: sono stato fermato da sei agenti della Polizia Locale di Milano (due volanti e due moto…)".

A scriverlo su Facebook, con malumore ed un po’ di rabbia è Tomaso Trussardi, Ceo della Maison di moda, che è stato fermato ieri mattina dalle forze dell'ordine per un controllo in piazza della Scala a Milano.

“Capisco la tensione del momento - prosegue - ma fermare una persona alle 7:30 della mattina in giacca e cravatta... lasciatemi dire, non del tutto sconosciuto... con la sua auto d'epoca mentre stava cercando di andare in motorizzazione ad immatricolarla (regolarmente provvisto di targa prova)... Lo trovo a dir poco eccessivo, in un momento in cui le attenzioni delle nostre amate forze dell'ordine dovrebbero essere rivolte a ben altre cose…".

[caption id="attachment_180369" align="alignleft" width="300"] Il posto su Facebook di Tomaso Trussardi[/caption]

Il post su Facebook termina con un PS.

“Alla fine di tutto mi hanno tolto 5 punti perché avevo il navigatore del telefonino cellulare acceso appoggiato sul sedile lato passeggero... dato che ovviamente l'auto (vista l'età) ne è sprovvista. Questo secondo loro mi avrebbe potuto distogliere dalla normale guida”.

Ne sono seguiti tutta una serie di commenti di solidarietà e di condivisioni da parte degli utenti. (nelle immagini: la fan page di Tomaso Trussardi su Facebook e il posto in questione).

Facebook: https://www.facebook.com/tomaso.trussardi?fref=ts