ARCHIVIO

La lunga notte della Turchia: golpe militare fallito, 90 morti e 1200 feriti

[caption id="attachment_210020" align="alignleft" width="728"] Sostenitori di Erdogan stamane festeggiano su un carro armato fermo per le strade di Istanbul[/caption]

ANKARA. 16 LUG. Il premier eletto Erdogan resta in sella. Per la Turchia è stata la notte più lunga. Stamane ad Istanbul e nelle altre città si è festeggiato per le strade. A Fiumicino, i voli di collegamento da e per Istanbul al momento restano cancellati.

In 200 militari si sono arresi spontaneamente alla polizia. Altri 1500 sono stati arrestati. Ci sono stati almeno 90 morti e circa 1200 feriti, fra cui alcuni civili.

Battaglia nella notte ad Istanbul, ma anche ad Ankara ed altre città. E' fallito il golpe di ieri sera contro Erdogan, che è tornato in sella nel giro di alcune ore.

Oltre alla polizia e ai reparti speciali dei servizi di sicurezza, lo ha salvato il popolo. In decine di migliaia sono scesi in piazza, schierandosi contro i blindati e le camionette dell'esercito. Liberate la sede della Tv di Stato e quella dell'area del'aeroporto.