ARCHIVIO

La Fabbrica dei preti di Giuliana Musso a Framura

SPEZIA. 1 AGO. Domani, mercoledì 2 agosto alle ore 21.30 in Localita Costa – Framura (SP), Officine Papage - Nuove Terre GenerAzioni di Teatro presenta La Fabbrica dei Preti di e con Giuliana Musso. Lo spettacolo che è l'ultimo lavoro di indagine e scrittura della Musso, ha vinto il Premio Hystrio 2017 alla drammaturgia.

La fabbrica dei preti intreccia tre diverse forme di racconto: un reportage della vita nei seminari negli anni '50 e '60, la proiezione di tre album fotografici e la testimonianza vibrante di tre personaggi. Sul palco una serie di schermi di proiezione e alcuni abiti appesi: una tonaca, un vestito da sposo, un clergyman, una tuta da operaio. Tre i personaggi interpretati da Giuliana, tre preti, tre uomini anziani che si svelano con franchezza: la giovinezza in un seminario, i tabù, le regole, le gerarchie, e poi l'impatto col mondo e col mondo delle donne, le frustrazioni ma anche la ricerca e la scoperta di una personale forma di felicità umana. Lo spettacolo, mentre racconta la storia di questi ex-ragazzi, ex-seminaristi, ci racconta di noi, delle nostre buffe ipocrisie, paure, fragilità, e della bellezza dell'essere umano.

E così mentre ridiamo di loro, ridiamo di noi stessi e mentre ci commuoviamo per le loro solitudini possiamo, forse, consolare le nostre. Uno spettacolo intelligente, profondo che si interroga e ci interroga poeticamente, intimamente su cosa sia davvero la fede.

Le realizzazione video sono di Giovanni Panozzo e di Gigi Zilli, elementi di scena Francesca Laurino, ricerche bibliografiche Francesca Del Mestre, consulenza musicale RiccardoTordoni. Canzoni e musiche di Giovanni Panozzo, Daniele Silvestri, Marcello Serli, Mario D’Azzo, Tiromancino. Produzione La Corte Ospitale.

f.c.

Ingresso 5,00 euro.