ARCHIVIO

La danza dà il via a InMare Festival

GENOVA. 21 GIU. Domani, giovedì 22 giugno, la kermesse InMare Festival, organizzata dal Teatro Sociale di Camogli e FRAME srl, parte con tre giornate dedicate rispettivamente, alla danza, alla letteratura e alla scienza. Comun denominatore, naturalmente, il mare.

Si parte alle 21.30 al Teatro Sociale con DanceMe-Migrations di Giovanni Sabelli Fioretti e Giuseppe Esposito con un progetto targato Perypezye Urbane, sostenuto da Compagnia di San Paolo, Fondazione Carige e Mibact, che fonde danza contemporanea e tecnologia mobile per raccontare il dramma dei migranti'. Per la prima volta nella storia della danza italiana, si sperimenta dunque una residenza artistica virtuale accessibile a tutti e basata su tecnologia mobile. Presso il Teatro Sociale di Camogli sarà presentata in anteprima la performance “Difficilissimo”, nata da questo particolare percorso creativo e danzata da Antonio Marino.Dopo la performance, gli spettatori sono invitati a un talk sul rapporto tra arti e migrazioni. Parteciperà lo staff di DanceMe insieme ad Alessandro Cavalli (docente di Sociologia – Università degli Studi di Pavia).

Venerdì 23 giugno (ore 19 passeggiata a mare e ore 20.30 al Teatro Sociale) Silvia Neonato condurrà l'happening Parole dal mare, con Alessandro Bergallo e Vittorio Ristagno che, insieme agli allievi della scuola di Luca Bizzarri, nel percorso dal lungomare al teatro, reciteranno brani tratti dai grandi classici del mare proposti dagli scrittori ospiti dell'evento: Pietro Grossi, Bruno Morchio, Sara Rattaro, e Gianna Schelotto.

Sabato 24 giugno (dalle 10.30 alle 23.00) divulgatori e scienziati di fama come Luca Mercalli e molti altri, saranno protagonisti di InMare DAY tra scienza e racconto. Un'intera giornata dedicata alla scienza del mare (sabato 24 giugno) che si aprirà al mattino con una serie di laboratori dedicati ai giovanissimi e – in un crescendo di incontri, esperimenti, show cooking e letture – si chiuderà, dopo la presentazione della prestigiosa Bandiera Blu assegnata quest'anno a Camogli, portando letteralmente il mare in teatro, dove sarà possibile seguire in diretta virtuale l'immersione nel golfo di un sommozzatore collegato allo schermo del ridotto.

f.c.