ARCHIVIO

LA COMETA ISON FOTOGRAFATA DA ASTROFILO SAVONESE

SAVONA. 3 NOV. Ugo Ghione, astrofilo savonese, ha fotografato la cometa Ison mentre era ancora a oltre 180 mln di chilometri in direzione della costellazione del Leone.

La cometa, scoperta nel 2012, è visibile al telescopio prima dell'alba verso est.

Secondo lo studioso entro le prossime due settimane sarà visibile ad occhio nudo e raggiungerà la sua massima luminosità il 28 novembre ma sarà molto vicina al Sole.

Se non verrà distrutta sarà visibile la sera dopo il tramonto verso ovest.