ARCHIVIO

Je suis Nice nei negozi di Ventimiglia e Toti spiega: Liguria è sicura

[caption id="attachment_210011" align="alignleft" width="728"] Je suis Nice dalle vetrine di Ventimiglia ai palazzi del parlamento della UE[/caption]

VENTIMIGLIA. 15 LUG. Per esprimere solidarietà alla vicina Nizza, colpita dall'attentato terroristico di ieri sera, da parte di un immigrato tunisino di 31 anni, che ha causato 84 morti, i commercianti di Ventimiglia oggi hanno esposto sulle loro vetrine un cartello listato a lutto.

I ventimigliesi hanno scritto "Je suis Nice et la France" e hanno riprodotto il tricolore francese e quello italiano. La frase riprende quella usata dai parigini, dopo la strage al periodico satirico Charlie Hebdo, avvenuta il 7 gennaio 2015 per mano dei terroristi islamici.

Sono state prodotte anche t-shirt con la stessa scritta e lo stesso logo con i tricolori. "Je suis Nice" è comparsa in moltissime altre città europee e sugli edifici del parlamento della UE, in segno di solidarietà con i famigliari delle vittime della strage e tutti i francesi.

Intanto, il governatore ligure Toti ha fatto il punto sul vertice del Comitato di sicurezza di oggi pomeriggio a Imperia. "La preoccupazione è assolutamente legittima, come la rabbia e lo sdegno, ma al momento non ci sono segnalazioni di particolari emergenze e la ?Liguria? resta un regione sicura: i valichi sono ancora piu' sorvegliati di prima, ma ciò non significa che possiamo chiudere gli occhi e abbassare la guardia.
Al Prefetto, che tiene i contatti con le autorità francesi, abbiamo chiesto di mettere a disposizione dei francesi tutto il nostro sistema sanitario, qualora se ne presentasse la necessità".