ARCHIVIO

Italia, Ventura "Con l'Olanda test importante"

GENOVA 28 MAR. Dopo aver conquistato con l’Albania il primo successo casalingo nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo, domani ad Amsterdam Gian Piero Ventura andrà a caccia della sua prima vittoria in amichevole da Ct. La sconfitta all’esordio con la Francia, l’unica da quando siede sulla panchina della Nazionale, è ormai un lontano ricordo, e anche il pareggio senza reti con la Germania dello scorso novembre appartiene al passato. Domani all’‘AmsterdamArena’ (ore 20.45 – diretta Rai 1) l’Italia incontrerà un’Olanda che attraversa un momento difficile, con la qualificazione al Mondiale a forte rischio e il Ct Blind esonerato dopo l’ultima sconfitta con la Bulgaria: “Sono sicuro che troveremo una squadra molto determinata – avverte Ventura in conferenza stampa – e che vorrà dare delle risposte. Abbiamo l’occasione per capire quanto lavoro ancora c’è da fare, per capire chi siamo e soprattutto cosa vogliamo”.

Il match con l’Olanda può rappresentare per tanti giovani una preziosa vetrina per mettersi in mostra: “Questo è un gruppo che sta nascendo – sottolinea il Ct – in cui ci sono delle certezze, e cioè giocatori di esperienza, e tanti giovani che stanno crescendo. Li stiamo aspettando e ci sono tutti i presupposti per fare qualcosa di importante. E’ il campo che lo dirà, ma sono estremamente fiducioso perché basta vedere l’entusiasmo e l’umiltà che hanno, qualità fondamentali per diventare grandi calciatori”.

Rispondendo ad una domanda, Ventura esprime il suo stupore per le polemiche che hanno fatto seguito al ritorno a casa di Barzagli dopo il match con l’Albania: “Andrea è il professionista per antonomasia. Mi ha esposto una serie di problematiche personali, ne ho parlato anche con il gruppo e abbiamo deciso di andargli incontro. Non c’era assolutamente nulla di concordato con la Juventus”.