ARCHIVIO

Islamisti in fuga forse nel porto di Genova, controlli in mini moschee caruggi

[caption id="attachment_210217" align="alignleft" width="558"] Una pattuglia dell'antiterrorismo: islamisti in fuga, porto di Genova blindato[/caption]

GENOVA. 17 LUG. Allarme terrorismo alle stelle dopo la strage a Nizza: porto di Genova blindato e controlli di intelligence nelle mini moschee dei caruggi.

I servizi segreti e l'antiterrorismo francese hanno allertato gli 007 italiani, chiedendo di controllare anche il nostro Terminal Traghetti perché ci sono 4 jihaddisti in fuga dalla Costa Azzurra, probabilmente armati.

Si tratta di due siriani e due tunisini. Questi ultimi, da tempo immigrati in Francia, secondo quanto trapelato, potrebbero tentare di imbarcarsi su un traghetto in partenza dallo scalo genovese per il Nord Africa.

La segnalazione alle forze dell'ordine sarebbe arrivata all'alba di oggi, ma già da venerdì il questore Vincenzo Montemagno ha disposto il rafforzamento dei servizi antiterrorismo in città, potenziando le pattuglie ed i controlli in porto, aeroporto, stazione ferroviarie, consolati e possibili obiettivi francesi come Alliance Francaise, supermercati Carrefour, centri commerciali Leroy Merlin e Maisons du Monde.

Inoltre, sono stati eseguiti altri controlli di intelligence nelle sale di preghiera islamiche del centro storico e in altre zone del capoluogo ligure. I valichi di confine tra Liguria e la provincia Costa Azzurra- Alpi Marittime rimangono presidiati dalle forze dell'ordine e militari, che stanno effettuando posti di blocco.