ARCHIVIO

Islam e nazifascismo alleati contro immigrati ebrei: il saggio di Rosselli

[caption id="attachment_212058" align="alignleft" width="677"] La copertina del nuovo libro del genovese Alberto Rosselli, Mattioli 1885 editore[/caption]

GENOVA. 31 LUG. E' uscito in questi giorni il nuovo libro del giornalista e storico genovese Alberto Rosselli, intitolato: "Islam e nazifascismo" Mattioli 1885 editore.

Il merito dell'autore è l'esatta ricostruzione delle idee che mossero i nazisti e gli islamici del Medio Oriente ad un’alleanza finalizzata alla rivolta contro gli anglo-francesi e contro gli immigrati ebrei.

L'analisi storica del libro, ricavata dalle risultanze di fatti e circostanze contenuti in vari archivi nazionali ed internazionali, informa i lettori sull'alleanza, semisconosciuta ed indigesta agli accademici di sinistra.

La puntuale ricostruzione delle ragioni dell’alleanza che si stabilì tra la politica nazista e fascista e l’insorgenza islamica, è il risultato della faticosa consultazione dei documenti emersi dagli archivi tedeschi, italiani, americani, inglesi, francesi, israeliani, serbi, croati ed ex-sovietici e dalla lettura critica della conflittuale biblioteca sull’argomento, ora più che mai attuale.