ARCHIVIO

Intercetta comunicazioni del 118, denunciato ex milite che dirotta le ambulanze

GENOVA. 29 MAG. Questa notte il personale del 118 si è trovato in seria difficoltà in quanto le trasmissioni tra la sala operativa e le ambulanze venivano intercettate, interrotte o modificate da una voce di uomo sconosciuta.

L’uomo ha in più occasioni inviato ambulanze in luoghi errati con altrettanti errati codici di gravità ed interferito addirittura nelle comunicazioni tra un’ambulanza e un’auto medica dando false informazioni.

La voce però è stata riconosciuta dai dipendenti di una Croce del ponente, interpellati poiché il disturbatore utilizzava le loro sigle radio, come quella di un ex milite della Croce stessa.

I poliziotti si sono immediatamente recati in casa del 34enne, in via Sparta a Sestri Ponente,  dove hanno trovato e sequestrato due radiotrasmittenti sintonizzate sui canali dei Vigili del Fuoco, dei Vigili Urbani, della Protezione Civile e del 118.

L’uomo si è giustificato dicendo di utilizzare le radio per motivi lavorativi, forse non si era ancora accorto di essere stato licenziato molto tempo fa per aver derubato un assistito.