ARCHIVIO

Insicurezza e degrado, Sarzano a Doria: eliminare corso Quadrio

[caption id="attachment_191703" align="alignleft" width="479"] Claudio Garau, portavoce del Comitato di residenti e commercianti di Sarzano: giù le mani dal quartiere, mercato illegale di corso Quadrio da smantellare[/caption]

GENOVA. 20 FEB. Mercatino illegale istituito da giunta Doria in corso Quadrio a favore degli immigrati abusivi e contro gli abitanti.

"Giù le mani dal quartiere" dicono commercianti e residenti di Sarzano, che non ne possono più dell'insicurezza e del degrado.

Oggi hanno manifestato con presidio e flash mob in piazza De Ferrari, Campetto e Soziglia. Sono disposti a organizzare un'altro corteo in via Garibaldi e protestare in consiglio comunale, se non verrà smantellato e ritirato il progetto sperimentale "Chance" del mercatino, che favorisce l'illegalità e danneggia abitanti e operatori del centro storico genovese.

"Abbiamo raccolto già oltre mille firme contro il mercatino - ha spiegato il portavoce del comitato di Sarzano Claudio Garau - ma l'assessore Elena Fiorni non ne tiene conto".

A presidio e flash mob di stamane hanno partecipato anche Antonio Olivieri, in rappresentanza di Assest (Associazione Genova Centro est), Stefano Garassino (Lega Nord) e il vicepresidente del consiglio comunale Stefano Balleari (FdI), che si è schierato più volte contro la vergogna di Sottoripa e del mercatino illegale di corso Quadrio.