ARCHIVIO

Insicurezza e degrado pure in spiaggia: abusivi rubano posto a bagnanti

GENOVA. 28 MAG. Bel tempo, tutti al mare. Insicurezza e degrado non solo sui treni, dove gruppetti di giovani nordafricani ed italiani la fanno da padrone, come avvenuto nel Ponente a Pasqua, ma anche in spiaggia, nel Levante ligure.

A Genova e nelle riviere comincia la lotta per un posto al sole. Tuttavia, a Monterosso è invasione di venditori abusivi che hanno esposto decine di teli, di buon mattino, sulla spiaggia "rubando" il posto a turisti e residenti.

Non solo panchine, ringhiere e mattonelle della passeggiata. Nella perla delle Cinque Terre, alcuni irregolari stendono le loro cianfrusaglie e la merce, talvolta taroccata, spingendo via i bagnanti che arrivano con un po' di "ritardo" per godersi una giornata di meritato riposo e fare il bagnetto.

La denuncia arriva dai turisti, residenti e commercianti di Monterosso, che a differenza degli abusivi pagano fior di tasse.

Litigi e lamentele a non finire e nessuno è stato in grado di fare granché. Infatti, anche l'anno scorso si era ripetuta, più o meno, la stessa storia.

Tra l'altro, si sono già registrati anche i primi alterchi fra gli stessi cosiddetti vu cumprà, che si contendono i posti migliori.

Insicurezza e degrado, ma c'è chi, come il presidente del parco Vittorio Alessandro, pensa al numero chiuso per i turisti anziché riflettere per diminuire il degrado sul territorio e sgomberare prima di tutto degli abusivi.

In Liguria, la stagione estiva 2017 si preannuncia con un'altra invasione di irregolari, pure nelle nostre spiagge.