ARCHIVIO

Inchiesta La Svolta, Cassazione: c’è 'ndrangheta in Liguria

ROMA. 16 SET. In un giudizio definitivo, per la prima volta, la Cassazione riconosce la presenza de l'ndrangheta nel Ponente ligure e ne conferma la presenza a Ventimiglia.

Le cosche però, secondo la suprema corte, non hanno infiltrato gli enti.

I giudici della sesta sezione penale hanno sostanzialmente confermato le condanne inflitte dalla corte d'appello di Genova nei confronti della famiglia Marcianò a Ventimiglia.

In accoglimento del ricorso del procuratore generale di Genova sono state annullate le assoluzioni per associazione a delinquere di stampo mafioso alle famiglie Pellegrino-Barilaro; per questo si dovrà celebrare un nuovo processo d'appello per le loro attività a Bordighera.

La Cassazione ha accolto il ricorso come parte civile del Comune di Bordighera.

Confermate le assoluzioni dell'ex sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino e l'allora city manager Marco Prestileo, accusati dalla Dda di concorso esterno, erano stati assolti anche nei giudizi di merito.

Il procedimento nasce dall'inchiesta 'La Svolta' del dicembre 2012.