ARCHIVIO

IN 100.000 PROTESTANO A MADRID CONTRO I TAGLI DEL GOVERNO. PESANTI GLI SCONTRI

MADRID. 20 LUG. Ieri nel centro di Madrid in 100.000 persone hanno protestato contro i tagli del Governo. Si sono sviluppati diversi disordini durante i quali sono state alzate barricate, dati alle fiamme cassonetti, lanciati lacrimogeni e sparati proiettili di gomma.

I disordini sono avvenuti dopo mezzanotte subito dopo la marcia e si sono conclusi con almeno sei arrestati e 26 feriti.

La tensione è esplosa quando gli agenti hanno iniziato a disperdere e ad inseguire gruppi di manifestanti nelle strade circostanti, caricando in più occasioni e sparando proiettili di gomma che, secondo fonti del pronto soccorso sul campo, hanno ferito almeno una persona.

Alla manifestazione hanno partecipato davvero tanti dipendenti statali: da professori, a medici, ai vigili del fuoco che hanno inondato di schiumogeno una fontana della Puerta del Sol e, senza divisa, molti poliziotti.