ARCHIVIO

Il Sipario Strappato compie 25 anni e presenta la Stagione

GENOVA. 4 SET. “Il Sipario Strappato” di Arenzano taglia un traguardo importante con il suo 25esimo anno di vita e presenta  un cartellone ricco di nuove proposte e graditi ritorni. La nuova stagione conferma la presenza del teatro all’auditorium Giorgio Caproni nell’antica filanda di Terralba di Arenzano dopo un’estate di incertezze. “Grazie all’impegno dell’amministrazione arenzanese – dice il direttore artistico del teatro, Lazzaro Calcagno – il casone, ex Muvita, è tornato al Comune ed il teatro sta diventando sempre di più il polo culturale di Arenzano”.

Tante le novità di questa stagione (che parte il 6 ottobre con lo spettacolo di Enzo Paci e Antonio Ornano), tra cui il Primo Festival Teatrale Regionale dedicato a Nena Taffarello, cofondatrice del teatro Il Sipario Strappato e prematuramente scomparsa lo scorso inverno. In collaborazione con la FITA, fra le compagnie che invieranno il materiale dei propri spettacoli, in dialetto e non, ne verranno selezionate cinque che porteranno in scena il proprio spettacolo davanti a una giuria tecnica, che premierà secondo varie categorie alla fine del Festival, fra maggio e giugno.

A novembre, inoltre, da segnalare tre serate della compagnia del Teatro Gamma di Catania, che ha scelto proprio il Sipario Strappato per debuttare con la sua nuova produzione che la vedrà impegnata in una tournée di sei mesi a Parigi il prossimo anno.

In programma anche nuove produzioni del Sipario Strappato, come “Cocaina”, scritto da Lazzaro Calcagno e Matteo Monforte, presentata in anteprima nazionale. In cartellone – sempre tra le produzioni del teatro -  anche il riallestimento di Spoon River, con il titolo “La collina di Spoon River e le canzoni di Fabrizio De Andrè” e “Qualcosa a proposito di Giulia” di Mario Bagnara per la regia di Giuliana Manganelli.

Sempre presenti le serate di cabaret con “Le Canaglie” dirette da Matteo Monforte, dopo l’esperienza vincente dei Laboratori Zelig degli anni passati. A calcare il palco arenzanese, tanti artisti come Enrico Bonavera, Emanuela Rolla, Alessandra Schiavoni, Alessandro Bianchi, Enzo Paci, Antonio Ornano, Mauro Pirovano, Marco Bazzoni, Simona Guarino, e compagnie che di anno in anno si stanno guadagnando sempre più credito sia dal il pubblico sia dagli addetti ai lavori.

Non mancheranno i corsi di recitazione per adulti e bambini e la novità del corso di Tai Chi e Kung Fu a cura del maestro Giovanni Sciaccaluga.

FRANCESCA CAMPONERO