ARCHIVIO

IL "NO" DEL ARCIVESCOVO BAGNASCO SULLA MESSA IN DIALETTO GENOVESE

A parlare è un portavoce della Curia genovese: “Il Cardinale Bagnasco ha posto dei limiti sull’omelia in genovese  per motivi di carattere ecclesiale. Si tratta di una funzione religiosa che fuoriesce dagli schemi imposti dalla Chiesa e deve essere autorizzata dall’arcivescovo”.