ARCHIVIO

IL PARROCO DI SAN TERENZIO AL MARE DEFINISCE LA NATIVITA' SUBACQUEA UNA "CARNEVALATA"

lo avevano recuperato dal mare, definendo la manifestazione una "carnevalata". I sub hanno cos? posto il Bambinello fuori dalla chiesa e insieme ai presenti hanno recitato senza il parroco una preghiera. Si tratta di una tradizione largamente diffusa nello spezzino dalla Palmaria a La Spezia e in altre localit?. L'episodio ha fatto nascere diverso malumore tra i cittadini che oltre aver commentato altre iniziative definite "poco felici" ad opera dell'attuale parroco, hanno unanimemente. affermato che il parroco precedente, don Luigi Bagnasco, aveva sempre benedetto il Bambinello e ospitato in chiesa i sub e i fedeli.