Home Cultura Cultura Genova

Il Nano Morgante | La cultura inessenziale

0
CONDIVIDI
Il Nano Morgante | La cultura inessenziale

Pur declinata nei possibili modi ed implicazioni, non suscita interesse quel tipo di “cultura” che si ammanta di normativa erudizione e si autocelebra nel tentativo snobistico nell’ostentarsi status, di rilevare le differenze, anziché colmarle.

Suscita interesse, invece, quel tipo semplice (tutt’altro che semplice, in realtà) che si manifesta e spigola nelle circostanze, nei momenti e nelle occasioni quotidiane; che riesce a comporre una originale, consapevole ed essenziale sintesi applicativa della e nella natura dell’uomo.

Questa sintesi, che consta nel “mettere insieme” innumerevoli pezzi sparpagliati, è la virtuosa urgenza, nel tempo che ci concediamo e ci dedichiamo, di apprendere i rimedi alla inutile gravezza di un carattere egoico.


La sintesi, essenzialmente espressa nella considerazione, è che non può costituirsi a cultura alcuna azione irrelata e solipsista; non corroborata dalla con-correnza e com-binazione delle necessitanti componenti sociali.

Tutto ciò in coerenza con una definizione di uomo (occidentale) che non può risolversi nel suo “status di produzione”, quanto, se proprio insistiamo, tutt’al più, nel suo (disatteso) “status di ri-produttore”.

Peraltro, l’assolutezza della citazione di Habermas, “nessun surplus motivazionale si assicura per legge e necessita di una solidarietà non rintracciabile nell’algido tenore di una disposizione normativa”, potrebbe  già manifestare l’inessenzialità della cultura (tamquam, la scienza) quando non eserciti finalità riconducibili e riconvertibili al benessere generale.

Pertanto, l’efficacia sociale di un mezzo lo si può ottenere solo quando si adopera nel rendersi esso stesso beneficio, non in termini solo mercantili e produttivistici, bensì arrecando un impulso alla crescita individuale, intesa, per questa volta, come ricognizione periodica del buon andamento spirituale della nostra vita.

Massimiliano Barbin Bertorelli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here