ARCHIVIO

IL COLONNELLO BETTELLI DELLA "DOMINO" IN VISITA A GENOVA

ll' Accademia Militare di Modena come capocorso, laurea in Scienze Strategiche, pilota di elicottero, già comandante del battaglione alpini paracadutisti di Bolzano, rappresentante per due anni dell' Esercito Italiano in Alabama (Usa), Capo di Stato Maggiore della brigata aeromobile "Friuli" di Bologna, responsabile dello staff dell' "italian joint task force Iraq" a Nassiriya, comandante del 66° reggimento fanteria aeromobile Trieste e ora comandante della "Domino" per le regioni Liguria, Emilia Romagna, Veneto e Friuli. Quest'ultima "operazione" è costituita, in pratica, da azioni di vigilanza del territorio, in collaborazione con le forze dell'ordine, degli obbiettivi ritenuti "sensibili" dopo gli attentati dell'11 settembre 2001. Il Colonnello Bettelli è arrivato tempo fa a Genova pilotando di persona il suo elicottero, direttamente da Rimini per visionare i suoi di stanza a Genova ed ad Albenga. Poche le cose che dice, ma sensate, si parla del lavoro che svolge ed è entusiasta, della propria moglie e dei suoi tre figli, del carattere umanitario delle missioni e, parole sue, "del rispetto assoluto delle altre culture". L'impressione al termine dell'incontro è stata quasi quella di una "chiacchierata tra amici" e dal fatto che dalla prima impressione "dell'uomo duro" si arriva a capire anche l'intelligenza e le eccezionali capacità di relazione della persona.
(nella foto: il Colonnello della Domino Antonio Bettelli).