ARCHIVIO

Il balletto La bella addormentata questa sera al Politeama

GENOVA. 31 GEN. Questa sera, martedì 31 gennaio alle ore 21 il Balletto del Sud presenta al teatro Politeama , uno dei titoli di maggior successo del suo repertorio, “La Bella Addormentata”, su musiche di Pëtr Il´i? ?ajkovskij. Lo spettacolo, è firmato per regia e coreografia da Fredy Franzutti, noto coreografo nel panorama nazionale. Questo suo spettacolo che ha già girato le maggiori piazze italiane ha raccolto entusiastici consensi di pubblico e critica per la propria ambientazione, originale e perfettamente funzionale allo svolgimento del racconto e alle musiche.

Franzutti, nella propria versione del balletto, sposta l’azione e si ispira, in maniera più articolata, al racconto di Basile dal titolo“Sole, Luna e Talia” che fu d’ispirazione al francese  Charles Perrault per la sua“La belle au bois dormant” sulla quale costruì la coreografia Petipa  . Questi narra di una principessa addormentata per un incantesimo nel Mezzogiorno d'Italia. Parte da questa prerogativa geografica lo speciale intervento creativo di Franzutti.  Il coreografo infatti riporta la trama del balletto nel luogo d’origine, ovvero il Sud del nostro paese.

Ciò ha permesso una precisa connotazione di carattere storico e folklorico, ovvero la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina. La Principessa Aurora è quindi, nell'edizione di Franzutti, una fresca ragazza mediterranea a cui una vecchia maga predice un atroce destino.

Sarà la magia della zingarella Lilla e il bacio d'amore di un principe-antropologo sulle orme della leggenda a destare la fanciulla dal suo sonno centenario.

Per la leggibilità della drammaturgia, per l'efficacia dell'ambientazione e per la viva caratterizzazione dei personaggi, lo spettacolo ha raccolto, sin dalle prime rappresentazioni del 2000, la piena adesione del pubblico.

Gli assieme dei danzatori nella brillante realizzazione delle scene più festose e l'accurata esecuzione dei protagonisti hanno contribuito al successo dello spettacolo.

FRANCESCA CAMPONERO