ARCHIVIO

Ieri Roberto Bolle e Misty Copeland da Fazio

ROMA. 16 GEN. Ieri alla Rai, serata dedicata alla danza, dalla registrazione dello spettacolo "Romeo e Giulietta" alla Scala, proposto da Rai Cultura alle 21.15 su Rai 5, alla presenza in diretta dei due protagonisti del balletto, Roberto Bolle e Misty Copeland alla trasmissione “Che tempo fa” di Fazio su Rai 3.

Chi è appasionato di danza e soprattutto delle due etoiles, diventate oramai personaggi mediatici a tutti gli effetti, si è incollato alla TV ed a potuto godere a pieno della loro raggiante bellezza .

L'étoile e la principal dell'American Ballet Theatre sono stati sul palcoscenico milanese affrontando un classico della coreografia sulle note di Prokof'ev, un classico che è stato il titolo d'apertura della Stagione di Balletto 2016/2017 del teatro. Quello di Misty Copeland è stato un debutto al fianco di Roberto Bolle, a parte la sua  partecipazione quando è stata ospite di Bolle nel programma "La mia danza libera".

Sono entrati nello studio di Fazio alle 21, dopo l’ultima recita pomeridiana alla Scala. Sin da subito si è visto quanto Roberto Bolle avesse intenzione di promuovere il personaggio della sua nuova partner parlando indubbiamente più di lei che di sè stesso:

“Misty è famosissima e la cosa bella è che in Italia è un punto di riferimento per tanti giovani. – ha detto Bolle- Ha cominciato lo studio della danza a 13 anni pur avendo tutti contro. E’ stata rifiutata in tante scuole, ma grazie alla sua passione e talento è riuscita a raggiugre il livello massimo in quello che voleva. La danza le ha dato la forza che ci voleva”.

Misty che sembra conoscere ancora poco l’italiano, sorrideva acoltando all’auricolare la traduzione delle parole del collega ed è intervenuta così: ” E’ stato un onore per me lavorare alla Scala, non avrei mai immaginato di poter essere a fianco di Roberto proprio alla Scala! Molte persone forse non sanno le caratteristiche tecniche che ci vogliono per il balletto classico ed i sacrifici necessari per raggiungerle. Io mi sono sempre detta: Io sarò quello che voglio essere. Voglio avere una mia voce perchè l’arte va al di là delle razze.”

E non possiamo certo dire che Misty non sia arrivata dove voleva. Infatti è la prima artista afroamericana ad essere nominata principal all'American Ballet Theatre in 75 anni di vita della compagnia, oltre ad essere  stata protagonista di molte trasmissioni televisive, premi e iniziative di beneficenza.

“ Sono cresciuta con Mariah Carey – ha continuato la ballerina - ed è muovendomi sulle note delle sue canzoni che ho cominciato ad amare la danza. Mi riconoscevo molto in lei”.

Roberto Bolle a quel punto, forse per non essere da meno della bella moretta, ha confessato anche lui che il primo amore non è stata la danza classica ma il varietà del sabato sera alla TV che vedeva protagonista la biondissima Hether Parisi sulle coreografie di Franco Miseria. “ La mia missione è di allargare il pubblico fuori dal teatro, rompere le barriere e rendere la danza sempre più alla portata di tutti” ha concluso Bolle prima di agguantare la Letizietto e farla salire verso il cielo.

FRANCESCA CAMPONERO