ARCHIVIO

Ho dato fuoco ai cassonetti perché ho litigato con la fidanzata: preso piromane Foce

GENOVA. 23 SET. Incendiava i cassonetti delle spazzatura perché aveva litigato con la fidanzata. Poi ci ha preso gusto e avrebbe acceso altri roghi chiamando il 115 per godersi lo spettacolo dello spegnimento delle fiamme.

Un 30enne incensurato è stato fermato e denunciato la scorsa notte dagli agenti delle volanti dopo il terzo rogo, appiccato nel giro di poche ore alla Foce, poco distante dalla Fiera del Mare dove è allestito il Salone Nautico.

Determinante la segnalazione dei Vigili del fuoco, che hanno notato il giovane più volte nei pressi dei roghi.

Il presunto piromane prima ha cercato di negare ogni addebito, ma poi ha ammesso tutto, spiegando, in sostanza, che il primo incendio lo aveva appiccato perché aveva litigato con la fidanzata e per vedere i pompieri mentre spegnevano le fiamme.

Si tratta di giustificazioni che non hanno molto convinto gli investigatori.

Le indagini proseguono per cercare di capire se il 30enne è anche il piromane seriale che ha appiccato mesi fa una lunga serie di roghi nella notte che distrussero decine di cassonetti, moto ed auto posteggiate, vetrine e porte di negozi nelle stesse vie della Foce.