Home Consumatori Consumatori Genova

Halloween all’Acquario di Genova

0
CONDIVIDI
Halloween all'Acquario di Genova
Acquario di Genova, Star Squalo grigio - PH Merlofotografia

Halloween all’Acquario di Genova. Dal 30 ottobre al 1° novembre attività per grandi e piccini. Un tour da brivido per scoprire e divertirsi.

Halloween all’Acquario di Genova, evento per tutti.

All’Acquario di Genova si festeggia Halloween con attività “da brivido”, destinate ad adulti e bambini, nei giorni 30/31 ottobre e 1° novembre.

Nel mondo acquatico, l’aspetto inquietante di alcuni animali è responsabile della loro cattiva fama, molto spesso ingiustificata.

Murene, squali, piranha e meduse nell’immaginario collettivo sono percepiti come “mostri”.

Halloween all'Acquario di Genova
Acquario di Genova, Meduse – PH Merlofotografia

Sotto la guida di un esperto, il pubblico può sfatare alcune leggende metropolitane sugli abitanti del Pianeta blu, approfondendo la loro biologia e imparando a rispettarli e a tutelarli.

L’appuntamento per partecipare all’attività, compresa nel biglietto d’ingresso, è presso la vasca del Molo, nella prima sala dell’Acquario.

I minitour, della durata di circa 40 minuti, sono disponibili con doppia partenza alle ore 15:30, 16:30, 17:30 per max 15 partecipanti a turno.

Fino al 1° novembre l’Acquario di Genova è aperto da lunedì a venerdì con orario 10:00-20:00 (ultimo ingresso 18:00); sabato, domenica e festivi con orario 9:00-20:00 (ultimo ingresso 18:00).

In base alle ultime disposizioni ministeriali, l’Acquario di Genova e le altre strutture del mondo AcquarioVillage – Bigo e Biosfera – sono visitabili esclusivamente nel rispetto della sicurezza.

Necessario essere muniti di Green Pass, ricevuto in seguito a una delle seguenti certificazioni:

  • almeno una dose di vaccino (la certificazione del Green Pass post vaccino è generata dal 12° giorno dopo la somministrazione ed è valida a partire dal 15° giorno fino alla dose di richiamo);
  • il risultato negativo di un test molecolare/antigenico effettuato entro le 48 ore dalla visita;
  • il certificato di avvenuta guarigione da Covid-19.