ARCHIVIO

Giallo aria irrespirabile, controlli e sospetti su una petroliera greca in rada

GENOVA. 18 MAG. Il forte odore di gas e fogna, che nei giorni scorsi ha reso irrespirabile l'aria in centro e nel ponente di Genova, potrebbe provenire da una nave cisterna che trasporta greggio, in rada da alcuni giorni nel porto di Genova.

E' quanto emerso oggi pomeriggio durante il vertice in prefettura tra le varie autorità competenti. Arpal e Vigili del fuoco hanno riferito di aver eseguito numerosi controlli su depuratori a aree portuali, tutti con esito negativo.

Al termine dell'incontro è stato disposto un controllo più approfondito sulla petroliera greca per verificare che non vi siano state manovre scorrette da parte dell'equipaggio. Il comandante, tuttavia, avrebbe negato tutto spiegando di essere in regola.

Gli ispettori della Asl 3 hanno escluso che i miasmi siano nocivi. In tal senso, non si sono registrati ricoveri negli ospedali cittadini.

La Regione Liguria ha fatto sapere che anche le centraline del dipartimento Ambiente non hanno segnalato livelli di inquinamento fuori norma, rilevando che i vapori nell'aria erano costituiti prevalentemente da mercaptani e acido solfidrico, ossia sostanze non nocive per la salute dell'uomo.