ARCHIVIO

Genovese cade in mare e muore assiderato, tragedia a Giulianova

GENOVA. 16 GEN. Ha perso l'equilibrio, è caduto in acqua ed è morto assiderato. Tragedia nel primo pomeriggio di oggi nel porto di Giulianova, in provincia di Teramo. Roberto Zecca, originario di genova, 67 anni, architetto ed appassionato di nautica, è deceduto nelle acque gelide del molo di attracco delle imbarcazioni turistiche.

Dai primi accertamenti, sembrerebbe che il 67enne genovese abbia perso accidentalmente l'equilibrio mentre stava rinforzando gli ormeggi della sua barca, scivolando sulla superficie bagnata.

Un passante lo ha visto e ha tentato di soccorrerlo, chiamando aiuto, ma per il genovese non c'è stato nulla da fare. Quando gli uomini della Guardia costiera lo hanno riportato a terra, si trovava in un gravissimo stato di ipotermia. I volontari del 118 lo hanno trasferito all'ospedale di Giulianova dove però è arrivato senza vita. Roberto Zecca viveva da anni a Bellante, dove aveva lavorato come direttore di uno stabilimento industriale.