Home Cronaca Cronaca Genova

Genova, violenze sessuali su treno regionale: arrestato l’aggressore tunisino

0
CONDIVIDI
Violenza (foto di repertorio)

Gli agenti della Squadra Mobile di Genova, insieme ai colleghi di Milano ieri sera hanno arrestato un 32enne tunisino pluripregiudicato, che a seguito delle indagini è stato accusato di  tentata violenza sessuale aggravata per avere aggredito una giovane studentessa su un treno regionale a Genova.

Il grave episodio risale ai primi giorni di novembre.

Lo straniero, senza fissa dimora, è stato rintracciato nel capoluogo milanese, dove aveva trovato rifugio dopo essere scappato da Genova ed è stato rinchiuso nel carcere milanese di San Vittore.

Le indagini erano partite dopo la denuncia fatta dalla teen ager agli agenti della Polfer.

La vittima aveva spiegato di essere stata aggredita da uno straniero armato di coltello, mentre viaggiava da sola su una carrozza del treno regionale. Lei si era messa a urlare e, per fortuna, nel frattempo erano saliti altri giovani italiani che avevano messo in fuga il nordafricano.

Secondo quanto riferito, lo straniero non era mai stato rimpatriato, ma era stato lasciato libero da pochi giorni dopo essere stato rinchiuso in carcere per per maltrattamenti.

L’attività investigativa della polizia ha inoltre consentito di acquisire gravi indizi di reato nei confronti del tunisino per altri due episodi di tentata violenza sessuale verificatisi a Genova, sulla stessa tratta ferroviaria per i quali sono in corso approfondimenti. Non si escludono ulteriori episodi anche in altre città.

 

 

!-- Composite Start -->
Загрузка...