Home Economia Economia Genova

Genova, Rixi replica a Lunardon (Pd): il ribaltamento a mare Fincantieri si farà

0
CONDIVIDI
Porto di Genova

“Il ribaltamento a mare di Fincantieri è un’opera che consideriamo prioritaria per il futuro del cantiere di Sestri Ponente. Un’opera attesa da anni, da cui dipende la capacità produttiva e la competitività del sito genovese. In quest’ottica la giunta regionale, di concerto con l’autorità portuale e la nuova amministrazione del Comune di Genova, si è attivata per ridurre al massimo i tempi necessari alla realizzazione dell’opera.

Grazie al tavolo tecnico con tutti i soggetti coinvolti, siamo arrivati alla definizione del cronoprogramma serrato che prevede tempi e date certe. Il Comune di Genova, con la nuova giunta, ha accelerato sulla realizzazione del progetto per la definizione delle opere idrauliche la cui progettazione esecutiva sarà affidata, per lotti funzionali, tra aprile e settembre del 2018.

Oltre a risorse per 85 milioni di euro già in cassa dell’Adsp, grazie al nostro lavoro, dopo anni di attesa, ora abbiamo anche tempi certi e che si inseriscono con le esigenze, collegate ai carichi di lavoro, dell’azienda”.


Lo ha dichiarato oggi l’assessore regionale allo Sviluppo economico e ai Porti Edoardo Rixi intervenendo sulla realizzazione del ribaltamento a mare di Fincantieri.

“Al consigliere Pd Lunardon – ha aggiunto l’assessore Rixi – che getta ombre ingiustificate sulle tempistiche di realizzazione, ricordo che questa giunta regionale in due anni ha sbloccato l’iter di un’opera che in sette anni la precedente giunta regionale Pd ha lasciato che prendesse polvere sui tavoli romani. Inoltre, i ritardi sulla messa in sicurezza del rio Molinassi sono da imputare esclusivamente all’apatia della precedente amministrazione comunale.

Proprio in considerazione dell’urgenza di effettuare la messa in sicurezza dei rio, si procederà allo spacchettamento in due lotti funzionali: il progetto definitivo delle opere idrauliche sarà consegnato all’Adsp entro fine marzo dall’assessorato ai Lavori pubblici del Comune di Genova, che è partito da zero nella realizzazione progettuale.

I successivi step autorizzative sono il rilascio del parere sul progetto definitivo entro luglio del consiglio superiore dei lavori pubblici ed entro settembre della conferenza dei servizi in intesa Stato-Regione.

Il Comune di Genova aprirà, come previsto da nuovo codice degli appalti, la gara europea per affidare la progettazione esecutiva: nel rispetto quindi della tempistica di legge i cantieri si apriranno nel 2019.

Inoltre, per attualizzare il progetto, abbiamo riunito mensilmente un tavolo tecnico e di verifica con Fincantieri, Comune, Regione e Adsp. Si è arrivati così alla condivisione dei tempi e di un progetto che prevede la realizzazione di un bacino per le grandi navi, garantendo l’operatività del cantiere di Sestri anche durante la realizzazione del progetto. Il consigliere Lunardon se ne faccia una ragione, il ribaltamento si farà”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here