ARCHIVIO

Genoa, Orban "Dobbiamo ritrovare convinzione"

GENOVA 3 FEB.  Una domenica con il pollice su per il punto e la prestazione al servizio della squadra. Senza dimenticare un paio di interventi salva-vita a smorzare le conclusioni degli avversari piazzate a botta sicura. La prontezza di riflessi di Lucas Orban da Buenos Aires è stata decisiva a Firenze per tenere accesa la fiammella, quando intorno si sentiva solo puzza di bruciato. Ma il Genoa ha garra argentina che scorre nelle vene, non solo in attacco con quel satanasso che si chiama Gio Simeone. Perdinci se ci voleva una giornata così. Per ripartire e fermare l’emorragia di fiducia, in attesa che il tempo dreni le recenti delusioni e compia il suo corso. “E’ stato un pareggio fondamentale quello ottenuto con la Fiorentina. Dopo un avvio difficile abbiamo avuto una reazione efficace. E’ stato un segnale di carattere da parte della squadra e un segnale dell’unità che c’è nello spogliatoio. Ci siamo messi alle spalle un mese complicato come quello di gennaio” espone il suo pensiero con chiarezza l’ex Valencia.
Pesa come un macigno sotto il profilo psicologico l’assenza dei tre punti in una botta unica che mancano all’appello dalla metà di dicembre. Chissà che la lettera v di vittoria non trovi posto tra i vocaboli da utilizzare nelle conferenze post gara con il Sassuolo. Domenica sarà una battaglia. Non certo l’avversaria più comoda, mettendo sulla bilancia il peso specifico degli emiliani. All’assalto dei tre punti e poi sia quel che sia. “Tornare a vincere sarebbe importantissimo per sbloccarci definitivamente” aggiunge il difensore argentino, 28 anni domani. “Abbiamo una voglia enorme di tornare a festeggiare. Sappiamo però che sarà una partita durissima con tante insidie, come capita in un campionato livellato come quello italiano”. A Marassi ci saranno gli osservatori dei più strombazzati club italiani e stranieri. Oltre a emissari della Nazionale Under 21 per seguire i numerosi giovani che contano le due squadre. Pronti al decollo, tutti a bordo. Meno tre, meno due, meno uno.