ARCHIVIO

Furbetti del cartellino, vigile in mutande impugna licenziamento

[caption id="attachment_121539" align="alignleft" width="300"] Un furbetto del cartellino: a Sanremo il vigile in mutande impugna il licenziamento[/caption]

SANREMO. 24 GEN. Scandalo furbetti del cartellino in Comune a Sanremo. L'avvocato del vigile Alberto Muraglia, 53 anni, pizzicato dalle telecamere mentre timbrava il cartellino in mutande e se ne andava via tranquillo, ha annunciato oggi di volere "sicuramente" impugnare il licenziamento del presunto dipendente comunale infedele.

L'avvocato ha spiegato che il suo cliente si era già "puntualmente giustificato" dalle contestazioni addebitate e pertanto il licenziamento sarebbe un atto ingiusto in suo danno.

Secondo la difesa, il vigile quella mattina doveva ancora indossare i pantaloni, ma aveva timbrato in fretta per un urgente servizio al mercato. Di diverso avviso il sindaco, che ha deciso di licenziarlo.