Home Hi-Tech Hi-Tech Genova

Fratelli Occhionero: Jet set, alta finanza e cyberspionaggio

0
CONDIVIDI

ROMA. 11GEN. Giulio Occhionero, ingegnere nucleare di 45 anni, laureato alla Sapienza di Roma e la sorella Francesca Maria, 49 anni maratoneta, dopo la bella vita nel jet set tra Londra, Caraibi e il mondo dell’alta finanza capitolina, arrivano per i due, anche le manette. La Polizia scopre che i fratelli hanno una vita assai maculata con vari punti oscuri: Lei, atletica e riservata è residente a Londra ma vive in un elegante residence di Roma Nord.

Lui massone, cliente abituale dei locali alla moda, ripetutamente fotografato persino da Dagospia, in compagnia dell’ambasciatore americano Mel Sembler. L’ingegnere si definisce: “impegnato a fornire servizi di standard eccezionali con esperienza nel raggiungimento degli obiettivi richiesti attraverso strategie e concetti innovativi”. Ma di tutt’altra opinione la Magistratura spiega:  “La vicenda di cyberspionaggio scoperta dalla Polizia ‒ scrive il gip nell’ordinanza di custodia cautelare ‒ si pensa non sia un’isolata iniziativa dei due fratelli ma va collocata in un contesto di soggetti che operano nel settore della politica e della finanza.

”I fratelli hanno creato una serie di scatole cinesi di società disseminate in Paesi uniti dalla riservatezza e dal fisco leggero. Nelle loro attività c’era anche lo spionaggio informatico e per questo, sono finiti in carcere con l’accusa di presunto cyberspionaggio di politici tra cui Renzi e Draghi e personaggi dell’imprenditoria. Dalle ultime notizie, nella combutta dei due, c’è anche Salvatore Buzzi e il sottobosco di Mafia Capitale, il faccendiere Luigi Bisignani e l’imprenditore noto anche alle cronache rosa Pio Bastoni. Ai fratelli Occhionero vengono contestati i reati di procacciamento di notizie concernenti la sicurezza dello Stato, accesso abusivo a sistema informatico aggravato e intercettazione illecita di comunicazioni informatiche o telematiche.

Secondo l’accusa, dal 2012 avrebbero infettato i computer delle loro vittime con il malware denominato Eyepiramid per sottrarre informazioni. Giulio Occhionero è legato con gli ambienti della massoneria italiana e membro della loggia “Paolo Ungari ‒ Nicola Ricciotti’di Pensiero e Azione” di Roma che fa parte delle logge di Grande Oriente d’Italia. Nella loggia in passato Occhionero ha ricoperto il ruolo di maestro venerabile. Il Fisco italiano, tra crediti Iva e tasse non pagate, crea qualche problemino ai due fratelli Occhionero glielo ha procurato, è arrivata una sgradita sorpresa: una cartella esattoriale che contesta «alcuni milioni di euro» di imposte dirette e indirette non pagate. ABov.