ARCHIVIO

Fratelli d’Italia: no ad un centro profughi in via XX Settembre

[caption id="attachment_214526" align="alignleft" width="728"] Fratelli d’Italia: no ad un centro profughi in via XX Settembre[/caption]

GENOVA. 19 AGO. Gianni Plinio, Vice Coordinatore Regionale Fratelli d'Italia-AN e Massimo Spinaci, coordinatore genovese, a seguito dell'ipotizzata realizzazione di un centro profughi al civico 11 di via xx settembre, hanno proposto l'istituzione di un Comitato civico unitario, cui possono aderire partiti, gruppi, movimenti e singoli cittadini contrari all’iniziativa, onde dare vita al più presto ad una grande manifestazione di protesta.

“Via XX Settembre non può diventare profugopoli! Scrivono in una nota. Questa volta occorre reagire in maniera unitaria e forte. E' da irresponsabili pensare di allestire un megacentro profughi in via xx settembre accanto al frequentatissimo Mercato Orientale e nel cuore pulsante della città: non mi risultano iniziative dissennate analoghe in corso Vittorio Emanuele a Milano, in via del Corso a Roma o in via Roma a Torino.

Una politica dell'accoglienza come quella di Tursi così confusionaria, dilettantesca e senza mai preventiva consultazione della cittadinanza è ad elevato rischio di provocare tensioni e reazioni popolari anche gravi. Invitiamo, pertanto, le Autorità competenti a desistere dall'insano proposito ed individuare soluzioni alternative condivise. Diversamente prepareremo una grande manifestazione di civile protesta insieme a tutti coloro che, al di là delle appartenenze, non accettano che venga impunemente deturpata una delle zone più significative in termini commerciali e turistici della nostra città.

Tra i primi inviti ci sarà quello all'autorevole esponente PD Simone Regazzoni notoriamente critico sull'accoglienza migranti formato Doria”.