ARCHIVIO

Fratelli argentini pusher con serra di marijuana in casa: arrestati

GENOVA. 10 GEN. La polizia ieri durante un controllo del territorio ha arrestato due fratelli argentini per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare una volante della Questura svolgeva nel pomeriggio un servizio antiborseggio nel centro cittadino, seguendo un autobus AMT con a bordo numerosi passeggeri da Piazza Corvetto a Piazza Verdi.

Qui i poliziotti hanno notato scendere un individuo che, alla vista del personale in divisa, ha tentato di allontanarsi frettolosamente, destando sospetto.

Gli agenti hanno provveduto a controllare l’uomo, un argentino di 29 anni, ma al posto di trovare un portafoglio borseggiato, lo hanno trovato in possesso di 5 ovuli ed un panetto di hashish, del peso rispettivamente di oltre 31 e 48 grammi, oltre alla somma di 235 euro in contanti.

La successiva perquisizione presso l’abitazione, dove vive con il fratello 26enne, ha consentito l’ulteriore sequestro di una piccola serra da giardinaggio, dove erano coltivate 4 piante di marijuana, di 234 grammi di sostanza erbacea di tipo cannabis, suddivisa in vari contenitori, nonché di un bilancino di precisione e di materiale per il confezionamento delle dosi.

I due fratelli, con un precedente per reati in materia di stupefacenti, sono stati arrestati per detenzione e produzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio e tradotti presso la Casa Circondariale di Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.