ARCHIVIO

FONTANABUONA. LA MARCIA DEI "NON MORTI"

GENOVA. 25 NOV. Diversi imprenditori e semplici cittadini hanno dato vita in Valfontanabuona alla "Marcia dei non morti", sul ponte crollato di Carasco.

Il corteo composto da persone truccate da zombie e scheletri, hanno svolto una manifestazione per dire che il territorio "non vuole morire".

Il tutto deriva dal calo di lavoro, da quando è crollato il ponte, sia per le imprese commerciali, sia per quelle produttive, che hanno visto i costi aumentare in maniera esponenziale.

Oggi, alle 17, si terrà l’incontro con l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Liguria Renzo Guccinelli, nella sede di Confindustria Chiavari, su tali problemi.