Home Politica Politica Genova

Fiaccolata a Borzoli, Azione Frontale: pronti a scendere in piazza

0
CONDIVIDI
Attivisti di Azione Frontale Genova

Purtroppo dopo i tragici fatti di Borzoli, dove un sovrintendente di 55 anni è stato gravemente ferito con più coltellate da un 20enne ecuadoriano e un agente, ferito anche lui, si è difeso e ha salvato la vita al collega sparando al giovane, nel Ponente genovese la tensione si sta alzando.

E se da una parte la procura di Genova ha indagato l’agente per omicidio colposo per eccesso nell’uso delle armi, dall’altra gli investigatori e i sindacati di polizia sostengono che il collega abbia agito con professionalità, in modo legittimo e rispettando tutte le procedure.

Inoltre, i sindacati dei poliziotti hanno detto “No alla gogna mediatica” che è cominciata in particolare sui social network con insulti e offese ai poliziotti.

Tuttavia, sembra che la famiglia del 20enne ecuadoriano voglia partecipare alla fiaccolata annunciata per domani alle 21 a Sestri Ponente “per fare giustizia” e in ricordo del loro congiunto rimasto ucciso.

In tale contesto, il movimento di estrema destra Azione Frontale Genova oggi ha espresso la massima solidarietà al poliziotto e in merito al fatto che la comunità ecuadoriana abbia indetto la fiaccolata per le strade di Sestri Ponente, il movimento si è dichiarato pronto a scendere in piazza “per far sentire la propria voce di chi per difendere la propria vita nello svolgimento del proprio lavoro ha dovuto sparare”.

Inoltre, ha chiesto “che non sia permessa nessuna fiaccolata in memoria di chi non rispetta le nostre leggi e accoltella senza scrupoli un poliziotto…”.