Home Cultura Cultura Genova

Festival di Limes, Una strategia per l’Italia | Tutto il programma

0
CONDIVIDI
Il Festival di Limes a Genova

Una strategia per l’Italia a Palazzo Ducale, 8-9-10 marzo 2019

E’ ritornata a Genova la VI edizione del Festival di Limes,la Rivista italiana di geopolitica, in programma a Palazzo Ducale fino a domani.

Ieri la manifestazione ha ospitato per un incontro il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il tema di quest’anno è “Una Strategia per l’Italia”.

Durante i tre giorni di incontri pubblici, esperti italiani e internazionali di geopolitica, economia, società, strategia, criminalità, energia, demografia, storia, cultura si confronteranno con protagonisti della vita politica, nazionale e internazionale.

Dibattiti introdotti e moderati dai redattori della rivista e dal direttore Lucio Caracciolo, che affrontano molteplici aspetti della realtà interna e internazionale.

Dalle nterdipendenze e rivalità tra Stati Uniti, Cina e Russia allo Stato e prospettive della moneta unica europea e ruolo dell’Italia; genesi e lezioni attuali dell’Unità nazionale italiana; rapporti Italia-Francia, tra attriti e cooperazione; squilibri economico-territoriali della Penisola e peso degli attori informali, criminali e non, nelle dinamiche interne e nella postura esterna del nostro Paese; genesi e pratica della strategia nazionale; “nuove vie della seta” cinesi e ruolo dell’Italia in esse; nascita ed evoluzione dell’identità italiana e sua capacità di costituire un elemento di rilancio del Paese; concezione, articolazione e difesa dell’interesse nazionale in un’epoca di profondi rivolgimenti sociali, economici e geopolitici.

Sullo sfondo, un difficile ma ineludibile interrogativo. Come recuperare all’Italia una dimensione geopolitica autonoma che le restituisca spazi di manovra senza negare la complessa realtà che ci circonda, con i suoi vincoli e i suoi condizionamenti.

Ecco il programma di oggi e domani.

Sabato 9 marzo I contesti e i vincoli.

ORE 10 Il contesto mondiale: sfida Usa-Cina-Russia

Introduce e modera Dario Fabbri con Jacob L. Shapiro, Capo analista di Geopolitical Futures; You Ji, Direttore del Dipartimento Governo e Amministrazione pubblica, Università di Macao; Sergej Karaganov, Direttore del Consiglio per la politica estera e di difesa, Mosca.

Il Numero Uno a stelle e strisce di fronte alla sfida dei suoi due principali avversari.

ORE 12 L’Italia e l’euro

Introduce/modera Fabrizio Maronta, Responsabile relazioni internazionali di Limes con Lars Feld, Direttore del Walter Eucken Institut, professore di Politica economica all’Università di Friburgo e membro del Consiglio tedesco degli esperti economici Andrea Boltho, Economista, Università di Oxford. Pierre-Emmanuel Thomann, Analista e presidente di Eurocontinent

La moneta unica non può dirsi al sicuro, perché irrisolta resta la crisi esistenziale dell’Unione Europea di cui l’euro è strumento incompiuto. Oggi come ieri è in buona misura a Roma che si scrive il destino dell’Europa.

Ore 15 La Chiesa cattolica: risorsa o vincolo per l’Italia?

Introduce/modera Piero Schiavazzi, Vaticanista con Antonio Spadaro, Direttore de La Civiltà Cattolica Francesco Sisci, Consigliere scientifico di Limes Lucio Caracciolo

La crisi di riferimenti morali, culturali e geopolitici non risparmi la Chiesa di Roma, che pure resta una realtà importante nel nostro paese. In che misura i destini di Italia e Vaticano restano intrecciati? Quale il ruolo del secondo nel futuro della Penisola?

Ore 16 Nord contro Sud? Introduce/modera Niccolò Locatelli, Coordinatore Limesonline con Giuseppe Provenzano, Vicedirettore Svimez; Isaia Sales, Scrittore e docente di Storia delle mafie, Uni. Suor Orsola Benincasa – Napoli; Virgilio Ilari, Storico, presidente Società italiana di Storia Militare

L’onda lunga della grande recessione accentua lo storico dualismo italiano e le questioni gemelle – settentrionale e meridionale – da esso generate.

Come invertire un destino non scritto?

Ore 18 Francia e Italia, quasi nemici. Introduce/modera Federico Petroni, Consigliere redazionale di Limes, responsabile Limes Club Bologna con Olivier Kempf, Esperto di strategia e direttore La Vigie; Margherita Paolini, Coordinatrice scientifica di Limes; Carlo Pelanda, Università Guglielmo Marconi, Roma Pierre-Emmanuel Thomann.

Ore 21 Italia terra magica. Omaggio a Puškin

Introduzione Olga Strada, Direttrice dell’Istituto italiano di Cultura di Mosca; Natalia Pavlova, soprano; Vera Pavlova, poetessa Kaori Matsui, pianoforte

Un gioiello come Notte, la romanza che Anton Rubinštejn compose a partire da un testo puskiniano, frammenti poetico-musicali dedicati a Mozart e Salieri, tratti dalle Piccole tragedie del grande poeta russo e i versi di Vera Pavlova, una delle massime poetesse contemporanee russe, madre del soprano Natalia Pavlova che di Puškin è discendente diretta.

Domenica 10 marzo Le proposte.

Ore 10 Come si fa strategia. Introduce/modera Dario Fabbri con Jacob L. Shapiro; You Ji; Sergej Karaganov; Abdolrasool Divsallar, Analista dell’Institute for Middle East Strategic Studies di Teheran

A ogni paese il suo modo di (non) pensare la propria geopolitica. Un confronto fra culture strategiche.

Ore 12  L’Italia, Genova e le vie della seta

Introduce/modera Giorgio Cuscito, Consigliere redazionale Limes, esperto di Cina con Michele Geraci, Sottosegretario allo Sviluppo economico; Alessandro Panaro, Responsabile Maritime Economy SRM; Michele Ziosi, Direttore Rapporti istituzionali CNH Industrial per l’Europa, il Medio Oriente, l’Africa e l’Asia-Pacifico; Marco Ansaldo, Inviato speciale de la Repubblica

Opportunità o minaccia? Progetto velleitario o realtà in fieri?

Le “nuove vie della seta” come segno dei tempi e delle ambizioni internazionali della Cina. Il ruolo dell’Italia e di Genova, cui la geografia regala una posizione privilegiata nel disegno di “globalizzazione” secondo Pechino.

Ore 15 L’Italia fra America e Russia: con chi stiamo? Introduce/modera Dario Fabbri con Giuseppe Cucchi, Generale; Jacob L. Shapiro

Fra i paesi dell’impero americano l’Italia si segnala per il suo storico rapporto con la Russia, sviluppato anche in questa fase geopolitica. Come si può stare insieme con gli Stati Uniti e il loro nemico?

Ore 15  L’Italia fra America e Russia: con chi stiamo? Introduce/modera Fabrizio Maronta con Massimo Livi Bacci, Professore di Demografia, Scuola di Scienze politiche; Cesare Alfieri, Università di Firenze; Germano Dottori, Professore di Studi Strategici, Luiss e consigliere scientifico di Limes; Mario Morcone, Prefetto, direttore del Consiglio italiano rifugiati

Cos’è, oggi, l’identità italiana? Come si va modificando, quali gli elementi di forza e le debolezze? (Auto)percezioni, realtà demografiche e dinamiche migratorie nel processo di definizione di noi stessi.

Ore 18  Che fare? L’interesse nazionale dell’Italia. Introduce/modera Lucio Caracciolo con Alessandro Aresu, Consigliere scientifico di Limes; Lapo Pistelli, Vicepresidente Esecutivo Eni; Ilvo Diamanti, Professore di Analisi dell’opinione pubblica e del sistema politico europeo, Università di Urbino Carlo Bo

Stati Uniti, Russia, Europa, Chiesa.

In una fase storica che vede attenuarsi, fin quasi a venir meno, i tradizionali riferimenti geopolitici e culturali dell’Italia repubblicana, urge una riflessione matura sulle nostre priorità come paese. Visione e pragmatismo come antidoto al solipsismo.