ARCHIVIO

FdI: rischio incidenti, vietare corteo estremisti in programma venerdì 30 a Genova

GENOVA. 28 GIU. Gianni PLINIO, Vice Coordinatore Regionale Fratelli d'Italia-AN e Alberto CAMPANELLA ,consigliere  comunale di Genova hanno chiesto alle Autorità di Pubblica Sicurezza di vietare il corteo previsto nella ricorrenza dei fatti del 30 giugno 1960 "a causa dell'alto rischio di incidenti e danneggiamenti e perché configura l'apologia di reato".

"E' giusto e doveroso impedire il corteo previsto per venerdì prossimo - hanno detto PLINIO e CAMPANELLA - perché è troppo elevato il rischio di incidenti e di danneggiamenti nel centro cittadino come spesso accaduto ad opera di militanti violenti dell'area antagonista. Va, poi, tenuto presente che esaltare i drammatici fatti del 30 Giugno 1960 configura l'apologia di reato.

La violenza di piazza scatenata dai comunisti ,che mise a ferro e fuoco la città, impedi' la celebrazione del Congresso Nazionale del MSI e cioè di un partito con rappresentanza parlamentare liberamente eletta e che nel 1956,con il voto palese dei suoi quattro consiglieri, risultò  decisivo nella elezione a Sindaco di Genova di un galantuomo quale Vittorio Pertusio.

Giova il ricordare che ben 146 furono i feriti tra carabinieri e poliziotti e che il Tribunale di Roma condannò 41 dimostranti a pene assai severe".