ARCHIVIO

Fare la spesa a Genova costa più che a Milano: intollerabile

[caption id="attachment_184253" align="alignleft" width="300"] Toti e Maroni alla partenza da Principe del treno veloce Milano-Genova: nel mirino del governatore ligure il monopolio rosso degli ipermercati Coop[/caption]

GENOVA. 20 GEN.  Stamane il governatore Toti si è scatenato sui social contro monopolio rosso e prezzi alti in città: "Fare la spesa a Genova costa di più che a Milano e a Torino, non è più tollerabile".

Una bella scoperta, anche se lo scandalo Coop e spesa pazza del carrello è stata denunciata per anni dalle varie associazioni di utenti e consumatori.

Ha dichiarato Toti: "La Coop in Liguria l’ha fatta da padrone per anni ed è stata un monopolio, salvo poche eccezioni. Il piccolo commercio non verrà danneggiato dall’apertura della concorrenza nella grande distribuzione. Esselunga è uno dei protagonisti ma non è certamente il solo. Noi vogliamo aprire alla concorrenza e abbassare i prezzi, perché fare la spesa a Genova costa molto di più che a Milano e a Torino e questo non è tollerabile come non è tollerabile che il PD si batta per perpetuare un privilegio che lui stesso ha creato. Capisco i rapporti che esistono tra alcune cooperative e il Partito Democratico ma se ne facciano una ragione: questi rapporti non possono continuare a spese dei liguri e del loro carrello".