ARCHIVIO

Far West Sampierdarena, marocchino gira a torso nudo e picchia due ecuadoriani

GENOVA. 18 LUG. Ieri mattina in via Sampierdarena, uno straniero, senza un apparente motivo, inveiva, minacciava di morte e colpiva con un oggetto metallico un sudamericano, che invano tentava di sottrarsi all’aggressione, cercando di fuggire a piedi.

Un equipaggio del Nucleo Radiomobile, intervenuto sul posto, rintracciava e fermava l'immigrato violento, che girava a torso nudo con in mano una chiave a brugola sporca di sangue, identificandolo in un marocchino di 25 anni, gravato di pregiudizi di polizia.

La vittima dell'aggressione, un ecuadoriano di 28 anni, è stato trasportato presso l’ospedale Villa Scassi, medicato e dimesso con una prognosi di 8 giorni.

I militari, mentre si trovavano nel nosocomio apprendevano che il marocchino, poco prima, aveva ferito un altro ecuadoriano, di 37 anni, che riportava lesioni per 8 giorni.

Secondo quanto accertato, i sudamericani, risultati cugini, all’interno di un circolo ricreativo di via Sampierdarena avevano difeso alcune donne ecuadoriane che il nordafricano voleva picchiare.

Il marocchino è stato quindi arrestato per “lesioni personali aggravate continuate e minacce".