ARCHIVIO

Espulsione diretta: Khartoum accoglie e lascia liberi i 48 sudanesi clandestini

[caption id="attachment_212808" align="alignleft" width="728"] Prima espulsione efficace a Ventimiglia: nessun pericolo tortura, i clandestini lasciati liberi dalle autorità sudanesi[/caption]

IMPERIA. 29 AGO. Espulsione diretta di clandestini. Nessun pericolo di tortura. Fra i 48 sudanesi allontanati alcuni giorni fa da Ventimiglia, anche in base al recente trattato di inizio agosto con il governo di Khartoum, non vi erano richiedenti asilo, né minorenni, né anziani. I giovani cittadini sudanesi, dopo i necessari accertamenti ed attività di indagine della polizia locale, risultano liberi nel loro paese.

Lo hanno riferito oggi gli attivisti della Rete No Borders di Ventimiglia: "Fonti egiziane confermano l’arrivo a Khartoum di 40 richiedenti asilo sudanesi (la maggior parte dei media conferma invece l’espulsione di 48 persone, con volo EgyptAir ndr) originari del Darfur, prelevati a Ventimiglia e deportati dall’Italia il 25 agosto. Al momento dell’arrivo, i deportati, legati con corde, sono stati fermati e interrogati a lungo prima di essere liberati dalla polizia del regime di Omar al-Bashir (su cui pende un mandato d’arresto per genocidio e crimini di guerra emesso dalla Corte penale internazionale)".