ARCHIVIO

Elezioni, Doria come Salvini: ruspa per lo sgombero dei rom abusivi

[caption id="attachment_205512" align="alignleft" width="728"] La ruspa usata dal Comune per sgomberare i nomadi abusivi e gli sbandati dell'ex autolavaggio in Lungomare Canepa a Sampierdarena[/caption]

GENOVA. 14 GIU. Doria come Salvini. Buonismo addio, ma solo in vista delle elezioni.

A pochi giorni dai ballottaggi e a meno di un anno dalle prossime amministrative a Genova, stamane è stata usata anche una ruspa per sgomberare il  campo nomadi abusivo nell'ex autolavaggio di Lungomare Canepa.

Il quartiere soffriva della situazione di illegalità e degrado da anni e si erano mossi un po' tutti i politici locali, da quelli del centrodestra a quelli di centrosinistra, ma la giunta Doria non era mai intervenuta in modo efficace.

Ora, sembrerebbe che finalmente si sia raggiunta una soluzione definitiva, anche perché nelle prossime settimane dovrebbero partire i lavori per la riqualificazione della strada a mare di Sampierdarena.

Le operazioni di sgombero sono andate avanti per tutta la mattina. L'ex autolavaggio era già stato "ripulito" un paio di settimane fa, ma i nomadi erano tornati, beffando le autorità comunali. Ora, il pugno di ferro e la tolleranza zero. Anche con i tecnici del Comune, che stasera dovrebbero usare pure il cemento per "tombare" l'area e renderla inaccessibile.

"Oggi - hanno spiegato da Tursi - è stato effettuato l'intervento di sgombero dei locali della palazzina ex Pirola in lungomare Canepa, occupati abusivamente da circa 25 persone, tutte adulte. L’operazione, dopo un provvedimento straordinario del sindaco di Genova concordato con il prefetto Fiamma Spena e con l’assessore comunale alla Legalità e diritti Elena Fiorini, è stata condotta dalla polizia municipale in collaborazione con la polizia di Stato". Fabrizio Graffione