ARCHIVIO

Elemosina da paura, nigeriano pretende l'obolo e minaccia di morte passante che si rifiuta

GENOVA. 21 GIU. Effetti del buonismo. Un caso come tanti a Chiavari, dove i militari di un equipaggio dell’aliquota Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, al termine di accertamenti, ieri hanno denunciato in stato di libertà per “minacce gravi e molesta o disturbo alle persone” un nigeriano di 44 anni, gravato di pregiudizi di polizia, domiciliato nella cittadina del Tigullio.

L'immigrato, in via Dante, molestava e poi minacciava di morte il proprietario di un esercizio commerciale di quella via, soltanto perché gli aveva negato l’elemosina mentre passava di lì.

Non si sa ancora se il nigeriano sarà rimpatriato oppure se sarà lasciato libero di molestare e minacciare di morte innocui passanti.