ARCHIVIO

“Due anni sono pochi”, niente patteggiamento per ecuadoriano che travolse Buttaro

GENOVA. 7 FEB. E’ stato respinto il patteggiamento per Jorge Wilson Ceballos Valverde, l'ecuadoriano ubriaco e drogato di 35 anni che travolse e uccise con l'auto a Certosa Giuseppe Buttaro, finanziere in pensione di 59 anni alla fermata del bus.

Il giudice per l'udienza preliminare Cinzia Perrone ha ritenuto che due anni di condanna sia una pena non congrua e ha rinviato gli atti al pm Alberto Lari, che invece aveva accolto la richiesta del difensore dell'ecuadoriano. Se il giudice avesse dato il via libera a siffatto patteggiamento, l'immigrato (incensurato) sarebbe stato definitivamente libero.

Nel mentre, fuori dal Tribunale, era stato organizzato un presidio di residenti e di simpatizzanti della Lega Nord in solidarietà alla famiglia della vittima: "Chi si ribella vince".

Dopo la discussione del giudice, i figli di Buttaro, Sara e Matteo, che sono assistiti dall'avvocato Giuseppe Maria Gallo, si sono abbracciati.

“Questa decisione - hanno detto i due - è un grosso passo in avanti per cambiare tante cose. Ora crediamo un po’ di più nella giustizia, certo non ci porterà indietro papà”. A Certosa, lo scorso 24 gennaio, a un anno dal tragico incidente, era stata organizzata una fiaccolata in ricordo del finanziere travolto e ucciso dall'immigrato.

[caption id="attachment_235363" align="alignleft" width="728"] “Due anni sono pochi”, giudice respinge patteggiamento per ecuadoriano che travolse Buttaro[/caption]